Campo di Higgs = campo gravitazionale ?

Messaggioda Marius1936 il mar 1 dic 2009, 18:39

Cerco di chiarire meglio la questione con un'animazione che ho trovato sul web di cui a questo link :

http://www.lorenzoroi.net/onde/index.html

Si puo' osservare che onde che si propagano in versi opposti ma caratterizzate dalla medesima frequenza e lunghezza d'onda danno luogo, sovrapponendosi, ad onde stazionarie che non mostrano alcuna propagazione ma solo una oscillazione armonica di ciascun punto.

Quando, pero', la presenza di massa dovesse rompere questa "simmetria" le onde comincerebbero a propagarsi liberando energia cinetica come delle molle.
La massa risulterebbe, così, compressa dallo spazio circostante e due masse risulterebbero inevitabilmente attratte.
Marius1936
 
Messaggi: 10
Iscritto il: sab 17 ott 2009, 17:23

Re: Campo di Higgs = campo gravitazionale ?

Messaggioda genesico il gio 8 mag 2014, 1:33

Io ho delle idee molto diverse sul bosone di Higgs, sul gravitone e sulle oltre trecento delle cosiddette particelle elementari che sono quasi tutte solo un concetto astratto di una fisica immaginaria con tantissime lacune, a cominciare dalla dall'attrazione gravitazionale , che non esiste e lo dimostrerò con moltissimi esempi a cominciare dal noto progetto "MOSE" in realizzazione a Venezia per salvarla dalle alte maree che, come la fasulla scienza afferma, sarebbero generate dall'attrazione gravitazionale lunisolare, già ma se il progetto MOSE che prevede le dighe o paratie mobili in costruzione nella laguna opererà, ovviamente, in funzione orizzontale, mentre la cosiddetta forza gravitazionale lunisolare viene dall'alto dei cieli, mi domando: a cosa servirebbe il progetto MOSE ? Invece servirà e riscontreremo che, dal lato esterno delle dighe l'altamarea si verificherà, mentre dal lato verso la città no, quindi il mistero dell'alte maree non viene dall'alto ma dal basso, altro che attrazione gravitazionale! Non vi pare'
genesico
 
Messaggi: 3
Iscritto il: gio 8 mag 2014, 1:06

Re: Campo di Higgs = campo gravitazionale ?

Messaggioda Fedecart il gio 8 mag 2014, 3:06

genesico ha scritto:a cominciare dalla dall'attrazione gravitazionale , che non esiste e lo dimostrerò con moltissimi esempi...


Sei in grado di fare esempi numerici, quantitativi, matematicamente consistenti?
No perchè altrimenti la vedo molto dura convincere un fisico (uno che fa fisica di mestiere) che l'attrazione gravitazionale non esiste...
Mettiamola così, potresti anche aver ragione, supponiamo.
Ma allora devi darmi una spiegaizione quantitativa, matematica, di come mai tutti i fenomeni che oggi son spiegati con la gravità funzionano.
Inizia a spiegarmi come mai le cose cadono, e come mai la terra gira attorno al sole, se la gravità non esiste.

Se non sei in grado di fare esempi quantitativi, matematici, la tua opinione è scientificamente irrilevente.
Non voglio essere scortese con questo, ma semplicemente onesto.
Avatar utente
Fedecart
 
Messaggi: 312
Iscritto il: gio 10 set 2009, 17:56
Località: Madrid, Es.

Re: Campo di Higgs = campo gravitazionale ?

Messaggioda genesico il ven 9 mag 2014, 18:50

Già!… Hai ragione, bisognerebbe essere in grado di fare esempi numerici, quantitativi, matematicamente consistenti, ma… ma, con qualche variante nel concetto di scienza, la scienza, ancor prima di essere espressione di formule e formulette espresse graficamente con segni matematici, validi solo in astratto, dovrebbe essere prima una sequenza logica di esperimenti pratici razionalizzati con la dimostrazione inequivocabile del come e del perché un evento si verifica e si manifesta anche nelle sue varianti, ed è proprio per questo che non basta essere fisici mestieranti, che da ben oltre 300 anni, ancora non si sono resi conto che la forza di gravità non esiste e non è mai esistita. Infatti, se vuoi provare a fare i conti con la fantomatica formula dell’attrazione gravitazionale che recita, testualmente: “DUE CORPI SI ATTRAGGONO CON UNA FORZA DIRETTAMENTE PROPORZIONALE AL PRODOTTO DELLE LORO MASSE ED INVERSAMENTE PROPORZIONALE AL QUACDRATO DELLA LORO DISTANZA” riscontrerai che i conti di cui tu ed i presunti scienziati siete convinti fortunatamente non quadrano e non solo, la scienza, non mi risulta avesse mai spiegato come e perché le alte maree variano da un posto all’altro, a Venezia, secondo le statistiche ufficiali l’alta maree massima è stata di m. 1,90, nel canale di Bristol raggiunge giornalmente m.16 e nella baya di Fundy m. 19. Se vuoi provare a fare i calcoli tra l’alta marea di Venezia e quella di Bristol ti fornisco i dati necessari per procedere e riscontrare che non quadrano.
Venezia è situata a 45,26° di latitudine Nord e 19,11° di longitudine Est
Bristol è situata a 51,30° di latitudine Nord e 3° longitudine Ovest a circa 780 Km più a nord di Venezia, applicando il teorema di Pitagora troverai che Bristol è più distante dalla luna di Venezia, quindi e poiché la cosiddetta forza gravitazionale è inversamente proporzionale al quadrato della distanza, l’alta marea nel canale di Bristol dovrebbe essere inferiore di quella di Venezia, invece è di gran lunga superiore.
Riprendo il tuo concetto e ti domando: sei in grado di spiegare come e perché la formuletta della “fantomatica” forza gravitazionale non funziona e le cause che determinano tale fenomeno che varia da un posto all’altre della Terra? Non è certo questo il luogo per spiegare come e perché questi eventi si verificano e variano, ma io ho tutti gli elementi pratici e matematici per dimostrarlo ed a tempo e luogo opportuno sono pronto a farlo, che tu ed i fisici di professione ci credano o no. Vorrei anche precisare che il mio intento è instaurare una discussione tra persone civili, senza preconcetti e senza l’uso di termini ai limiti della scorrettezza.
genesico
 
Messaggi: 3
Iscritto il: gio 8 mag 2014, 1:06

Re: Campo di Higgs = campo gravitazionale ?

Messaggioda Fedecart il ven 9 mag 2014, 22:00

genesico ha scritto:Vorrei anche precisare che il mio intento è instaurare una discussione tra persone civili, senza preconcetti e senza l’uso di termini ai limiti della scorrettezza.


Certo, anche il mio. Infatti non mi pare di esser stato scorretto.

genesico ha scritto:Infatti, se vuoi provare a fare i conti con la fantomatica formula dell’attrazione gravitazionale che recita, testualmente: “DUE CORPI SI ATTRAGGONO CON UNA FORZA DIRETTAMENTE PROPORZIONALE AL PRODOTTO DELLE LORO MASSE ED INVERSAMENTE PROPORZIONALE AL QUACDRATO DELLA LORO DISTANZA” riscontrerai che i conti di cui tu ed i presunti scienziati siete convinti fortunatamente non quadrano


Conosco la formula per il modulo della vettore di forza di attrazione gravitazionale tra due corpi massivi puntiformi, nell'approsimazione classica e non relativistica, ma grazie per avermela ricordata...!
Che in questo caso i conti non quadrino non mi stupisce.
Applicando la formula di attrazione gravitazionale in quasto caso stai facendo numerosissimi errori, trascurando un sacco di effetti.
Mi viene in mente il fatto che la densità della terra non è uniforme, che lala forza di Coriolis e la forza centrifuga date dal fatto che la terra non è un sistema di riferimento inerziale giocano un ruolo fondamentale e non trascurabile nel predire lo spostamento di masse di acqua. Tutto questo senza contare effetti dovuti alle "condizioni al contorno" o effetti metereologici come vento e direzione delle correnti.
Ad esempio, a Fundy la marea è particolarmente alta perchè si formano fenomeni di onde stazionarie nella baia, e il risultato è che in periodo di interferenza costruttiva il livello del mare è molto maggiore di quello che si ha a Venezia, ma questo è solo uno dei vari casi che si possono verificare.

genesico ha scritto:E non solo, la scienza, non mi risulta avesse mai spiegato come e perché le alte maree variano da un posto all’altro,

Son certo che l'ha fatto, ma non ti so consigliare una referenza, perchè lavoro in un campo diverso. Sono un fisico delle alte energie, interazioni fondamentali. Per capire le maree dovresti rivolgerti a un geofisico, o a uno che fa fisica degli oceni, o al limite a un fisico meteoreologico.
Mi spiace.
Se incontro qualche amico o collega che si occua di queste cose, nei prossimi giorni, chiederò una referenza.

genesico ha scritto:Sei in grado di spiegare come e perché la formuletta della “fantomatica” forza gravitazionale non funziona e le cause che determinano tale fenomeno che varia da un posto all’altre della Terra?


Ti ho dato alcuni motivi per cui applicare la formuletta da scuole superiori, nel caso di un fenomeno complesso come questo, non fuziona.
Tuttavia no, non sono in grado di creare un modello dettagliato del fenomeno.
Io per primo ignoro i dettagli del fenomeno, che pur riconosco estrememente complesso.

genesico ha scritto:Ma io ho tutti gli elementi pratici e matematici per dimostrarlo ed a tempo e luogo opportuno sono pronto a farlo, che tu ed i fisici di professione ci credano o no.

Benissimo! Son molto contento di questo...
Gli scienziati non sono una casta chiusa.
Con ciò intendo che nel momento che qualcuno dimostri, in maniera chiara, che generazioni e generazioni di menti si sono sbagliate nel descrivere un fenomeno, tutto il mondo scientifico sarà felicissimo della nuova scoperta. E nel momento in cui verrà chiarita (per bene e con tutto il formalismo necessario) chiunque ci crederà.

genesico ha scritto:
Non basta essere fisici mestieranti, che da ben oltre 300 anni, ancora non si sono resi conto che la forza di gravità non esiste e non è mai esistita.


Su questo non sono d'accordo. Innanzitutto ti invito a una prova di umiltà: credi davvero che in 300 anni nessuno si sia posto il problema delle maree, e l'abbia affrontato con metodi matematici seri? Cioè, non saranno tutti scemi questi scienziati...

Come seconda cosa, ti faccio notare che, non basta far vedere che in un caso particolare una descrizione fisica di un fenomeno non funziona, per fare dichiarazioni colossali del tipo "la gravità non esiste".
Di fatto, la totalità del mondo scientifico crede che la gravità esista, perchè con questo modello si spiegano migliaia di fenomeni diversi. Dal moto dei pianeti, al perchè gli oggetti cadono, al periodo del pendolo, a quasi tutta la meccanica classica, fino ad effetti più complicati come ad esempio la precessione del perielio di mercurio, il ritardo dell'ecoradar, la cosmologia moderna, etc.

Ora, supponiamo che tu abbia ragione e che le maree non si possano spiegare con l'attrazione gravitazionale.
(Io non ci credo eh, ma dico, supponiamo tu abbia ragione)
Supponiamo che questo fatto sia inequivocabile, dimostrato con una serie di teoremi ed esperimenti coerenti.
Benissimo, allora hai trovato UN SINGOLO CASO in cui la descrizione gravitazionale non funziona. Bene, è senza dubbio interessante e degno di una pubblicazione su una rivista prestigiosa... Ma non significa che la gravità non esista.
Il problema potrebbe essere semplicemente troppo complesso da trattare con le interazioni fisiche che conosciamo, e con gli strumenti di calcolo che in questa epoca possediamo.
Oppure potrebbe essere spiegato da altre interazioni fondamentali diverse, che ancora non conosciamo. Tipo una fantomatica "Forza Mareale".
Potrebbe essere un indizio dell'esistenza di una "nuova fisica".
Benissimo.
A livello logico, ciò non implica in nessun modo che la gravità non esista. Ma solo che la gravità non è in grado di spiegare tale fenomeno!!

Per dire che "la gravità non esiste", ed essere preso sul serio dal mondo scientifico, devi trovare un modello migliore. Ovvero devi trovare una tua nuova teoria che spieghi TUTTE LE COSE VECCHIE che già sappiamo essere dovute alla gravità (come il moto dei pianeti, l'area dei buchi neri estremali BPS etc) e anche le nuove che (come le maree) il vecchio modello non riusciva a spiegare.
Cioè non basta scalfire una pietra per far crollare un castello, e in fisica non si può far crollare un castello se non ne hai già costruito uno migliore al suo posto.

Tutto questo con un livello di precisione matematica e numerica sufficiente da rispettare i minimi stardard in uso oggigiorno, in fisica.

Per questo motivo ti ho chiesto che altre indicazioni hai che la gravità non esista.
Nel tuo nuovo modello, come mai la terra orbita attorno al sole?

Spero di aver chiarito il mio punto di vista.

Come ultima cosa ti faccio notare un dettaglio che mi ha colpito:
genesico ha scritto:
tu ed i presunti scienziati

Di fatto, almeno per quanto riguarda la lingua italiana, un fisico è uno scienziato, e non un presunto tale.
Far fisica è il suo mestiere, la sua occupazione. E' la cosa a cui dedica la maggior parte delle sue ore, ogni giorno.
Così come un medico è un medico, e un ingegnere è un ingegnere.
Avatar utente
Fedecart
 
Messaggi: 312
Iscritto il: gio 10 set 2009, 17:56
Località: Madrid, Es.

Re: Campo di Higgs = campo gravitazionale ?

Messaggioda genesico il sab 10 mag 2014, 18:43

Salve, che anche io possa commettere degli errori, non vi sono dubbi, ma non sono errori quelli che tu mi attribuisci sulle alte maree, ovvero, non ho elencato tutti gli altri elementi di natura terrestre che pur concorrendo all’accentuare le dimensioni delle maree, non sono le cause che generano il fenomeno, che è solo ed unicamente di natura terrestre e non altro, inoltre, se le onde della marea che si verifica nella baya di Fundy, fossero “stazionare” l’alta marea non si verificherebbe, considerato che il flusso ed il riflusso si alterna periodicamente ogni 6 ore circa e non ogni 6 ore e minuti 12, come la “presunta” scienza riferisce, d’altra parte, per quanto la presunta scienza ancora non sa cos’è la “massa” (cercava di scoprirlo con gli ultimi esperimenti falliti sul bosone di Higgs, Newton nella formuletta magica cita la massa, non la densità della Terra, che è ben altra cosa. Io non ho detto che la forza di gravità non esiste solo perché non quadra con le alte maree, non esiste per una lunghissima altra serie di contrastanti eventi che ne negano l’esistenza, se vuoi posso fartene un elenco ma, per dimostrartelo te ne cito alcuni tra quelli più sconcertanti: secondo la legge di Hubble, l’universo sarebbe in espansione, é inimmaginabile supporre che l’universo potrebbe espandersi in presenza di una forza di attrazione che è l’opposto di espansione, la Luna, girando intorno alla Terra compie un’orbita ellittica che varia da 365.000 Km a 405.000 Km , quindi si allontana e si avvina alla Terra ma, stranamente, ed in barba alla teoria di Neweton succede che, quando è all’apogeo, al punto dell’orbita più lontano viene attratta dalla Terra, mentre al perigeo, al punto più vicino viene respinta, si allontana, così si avrebbe che il quadrato della distanza invece di essere inversamente proporzionale diventerebbe direttamente proporzionale ed avremmo ana specie di legge che potremmo chiamarla: la legge del tira e molla. Tieni anche presente che la stessa cosa succede con tutti i pianeti conosciuti del sistema solare che, girando intorno al Sole compiono tutti orbite ellittiche, ovviamente ciascuna diversa dall’altra. Devo aprire una parentesi di chiarimento circa l’uso del vocabolo di “presunto” scienziato che ti ha colpito, non può essere considerato scienziato chi presume di fare scienza limitandosi a sciorinare formule e formulette desunte dai cosiddetti “testi sacri della scienza” per me è scienziato chi scopre, chi inventa qualcosa che è inequivocabilmente tangibile, usabile e che evidenzia cause, effetti e conseguenze di un fenomeno, come ha fatto Volta, Marconi, Galileo, Torricelli, Meucci e persino Lucrezio che oltre 2000 anni fa ha concepito gli effetti della disintegrazione dell’atomo. Non basta aver conseguito un titolo per nobilitarne la professione, un medico che sbaglia la diagnosi e la terapia è un criminale non un genio!
Tu forse corri troppo, nel valutare ed interpretare quello che io scrivo, se mi concedi un pò di tempo e ti interessa, possiamo discutere esaminando minuziosamente ciò che è accaduto dal “big bang” ai buchi neri o viceversa dai buchi neri al big bang, precisando già che i buchi nero esistono ma non sono come la scienza li descrive e non si formano per attrazione gravitazionale, ma per cause ed effetti ben diversi che costituiscono e determinano il ciclo dinamico della materia che è comunque e sempre in continua trasformazione che genera tutte le forze che, manifestandosi in forme diverse generano l’equilibrio della materia e non la materia oscure e le altre cavolate che i “presunti scienziati” chiamano in causa per giustificare la mancanza di elementi concreti per dedurre il meccanismo funzionale del sistema “UNIVERSO”.
Per evitare di creare equivoci, dovrei fare anche un lunghissimo elenco delle lacune della scienza, comincio da quelli più noti: dicono che Newton, dopo che la famosa mela gli cadde in testa, si fosse domandato il perché la mela cadde in giù e non in su, così invento l’attrazione gravitazionale, ma commise il grande errore di non domandarsi anche, come fece la mela a trovarsi appesa al ramo del melo al di sopra della sua testa prima che la stessa gli cadesse in testa, forse avrebbe risparmiato alla scienza di introdursi in un vicolo cieco che ha alterato e deviato il corso ed il concetto di scienza compatibile con tutti gli altri eventi che ne contrastano e ne negano la sua assurda esistenza. L’errore più madornale lo ha commesso Einstein, altro presunto scienziato, non solo con la nota formuletta E=MC2 e con l’assurda affermazione che la luce si incurva vicino alle grandi masse come i buchi neri, già, ma se la presunta scienza afferma che la “LUCE” non ha massa, è senza massa o ha massa “0” (zero), ammesso che un buco nero sia una grande massa dal valoro 100, 2 o 1000, moltiplicato col valore “0” (zero) massa della luce, la matematica insegna che qualunque numero moltiplicato per zero è sempre uguale a zero, quindi chiamiamo scienza un simile sproposito? La formuletta a quindi valore nullo, anche perché “C” sta per (costante) e rappresenta la velocita della luci che, erroneamente è ritenuta pari a circa 300.000 Ks e costante in tutto l’universo, cosa completamente assurda, come mi riservo di dimostrare ed aggiungo che il presunto scienziato di Einstein, in tutta la sua opera relativistica, ha detto una solo casa parzialmente valida: “la massa di un corpo varia col variare della sua velocità, prossima a quella della luce”
Parzialmente valida perché non ha specificato il tipo di velocità del corpo ma soprattutto perché la massa di un corpo varia anche per altre cause ed il termine “prossimo” è usato impropriamente rispetto al concetto riferibile alla velocità della luce .
Mi fa piacere leggere che tu sei un fisico che si interessa delle alte energie, così forse possiamo intenderci meglio sul concetto di energia e soprattutto nel metodo di produrla e voglio proprio sorprenderti, anche se la notizia che sto per darti ti farà grattare la testa, non è fantascienza ma fatto concreto già sperimentato in miniatura, ho messo a punto un nuovo meccanismo ovvero un ALTERNATORE capace di produrre una quantità doppia di energia nello stesso tempo di quelli attualmente in uso e lo stesso concetto vale per realizzare un nuovo modello di motore alimentato a benzina, gas o diesel , capace di aumentare il suo rendimento del 110% rispetto agli attuali, ovviamente a parità di consumi, così la produzione di energia elettrica potrà essere aumenta di 4 volte agli stessi costi, che te ne pare, evidenzio e preciso che non sono ancora matto, cerco solo di sfruttare al meglio ciò che la natura offre nei suoi immensi segreti.
In fine devo rettificare il dato della longitudine di Venezia che è 12,11 e non 19,11 come erroneamente scritto.
Per ora mi fermo qui e ti saluto cordialmente. Genesico.
genesico
 
Messaggi: 3
Iscritto il: gio 8 mag 2014, 1:06

Re: Campo di Higgs = campo gravitazionale ?

Messaggioda Fedecart il sab 10 mag 2014, 22:55

Con tutto il rispetto, ho perso ogni interesse a proseguire questa discussione.
Aspetto con ansia di vedere i tuoi lavori geniali pubblicati su uno dei prossimi numeri di Physical Reviews Letters.
Buon lavoro!
Ti saluto.
Fedecart
Avatar utente
Fedecart
 
Messaggi: 312
Iscritto il: gio 10 set 2009, 17:56
Località: Madrid, Es.

Re: Campo di Higgs = campo gravitazionale ?

Messaggioda serand il mar 3 ott 2017, 18:50

Ciao ragazzi. PREMETTO che in fisica sono ignorante, infatti mi sono proposto di chiedere a voi x aiutarmi a capire la soluzione di un problema che mi ero posto..se la terra misura all equatore 40.000 km all incirca, significa che se io pongo una statua all equatore, questa statua gira assieme alla terra, quindi ogni giorno corre lungo la circonferenza dell equatore, percorrendo, assieme alla terra che gira, 40.000 km ogni 24 ore, ossia all incirca 462 m/s..domanda (idiota ne concordo).se io salto e mi stacco per un secondo (il tempo del salto) dalla superfice del terreno, perchè atterro sullo stesso punto e non 462 metri piu in là?la terra ha girato mentre io saltavo..so che la risposta è che tutto gira assieme alla terra per via della forza di gravità, ma riflettevo su una cosa..La terra è una sfera, e noi siamo attratti dal centro di questa sfera. Infatti se noi riuscissimo con un ipotetica macchina a raggiungere il centro della terra, avremmo raggiunto il piu alto punto della gravità terrestre giusto?e risalire in superfice sarebbero ca..i amari...e allora la mia domanda è: se siamo attratti dal centro della terra più che dalla superficie, essendo la terra una sfera, e quindi ogni punto sulla sua superficie è pressochè equidistante dal centro, cosa costringe il saltatore a ricadere sempre sullo stesso punto, una volta compiuto un salto verticale?..anche perchè pensavo, l aria è meno densa del saltatore..quindi il saltatore dovrebbe avvertire un vento, e cadere a 460 metri da dove ha saltato..e se invece viene costretto a cadere sullo stesso punto, ho pensato, allora di conseguenza la gravitá viene esercitata a livello della crosta terrestre, non del centro della terra...e allora vorrebbe dire che la terra è cava..ma siccome sicuramente non sono un einstain e non penso di poter buttare nel cesso secoli di scoperte sulla fisica, vorrei capire cosa sto sbagliando nella mia riflessione..vi ringrazio x la pazienza di aver letto sta cosa, spero di non farvi sganasciare troppo :) e spero abbiate la cortesia di rispondermi, x' io una soluzione non riesco a trovarla
serand
 
Messaggi: 1
Iscritto il: mar 3 ott 2017, 18:18

Precedente

Torna a Astrofisica ed Astronomia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite