Diagrammi commutativi con diagxy

Diagrammi commutativi con diagxy

Messaggioda Admin il gio 4 giu 2009, 16:24

Link utili

Sintassi dei comandi

Codice: Seleziona tutto
\morphism(x,y)|p|/{sh}/< dx,dy >[N‘N;L]
\xar{^A}{|A}{_A}(xar = mon, epi, toleft, monleft, epileft)
\square{(x,y)}{|pppp|}{/a`a`a`a/}{< dx,dy>}[O`O`O`O;L`L`L`L]
\Ltriangle{(x,y)}{|ppp|}{/a`a`a/}{< dx,dy>}[O`O`O;L`L`L]
\Vtriangle{(x,y)}{|ppp|}{/a`a`a/}{< dx,dy>}[O`O`O;L`L`L]
\Ctriangle{(x,y)}{|ppp|}{/a`a`a/}{< dx,dy>}[O`O`O;L`L`L]
\Dtriangle{(x,y)}{|ppp|}{/a`a`a/}{< dx,dy>}[O`O`O;L`L`L]
\Square{(x,y)}{|pppp|}{/a`a`a`a/}{< dy>}[O`O`O`O;L`L`L`L]
\ptriangle{(x,y)}{|ppp|}{/a`a`a/}{< dx,dy>}[O`O`O;L`L`L]
\qtriangle{(x,y)}{|ppp|}{/a`a`a/}{< dx,dy>}[O`O`O;L`L`L]
\dtriangle{(x,y)}{|ppp|}{/a`a`a/}{< dx,dy>}[O`O`O;L`L`L]
\btriangle{(x,y)}{|ppp|}{/a`a`a/}{< dx,dy>}[O`O`O;L`L`L]
\Ltrianglepair{(x,y)}{|ppppp|}{/a`a`a`a`a/}{< dx,dy>}[O`O`O`O;L`L`L`L`L]
\Vtrianglepair{(x,y)}{|ppppp|}{/a`a`a`a`a/}{< dx,dy>}[O`O`O`O;L`L`L`L`L]
\Ctrianglepair{(x,y)}{|ppppp|}{/a`a`a`a`a/}{< dx,dy>}[O`O`O`O;L`L`L`L`L]
\Dtrianglepair{(x,y)}{|ppppp|}{/a`a`a`a`a/}{< dx,dy>}[O`O`O`O;L`L`L`L`L]
\hSquares{(x,y)}{|ppppppp|}{/a`a`a`a`a`a`a/}{< dx,dy>}[O`O`O`O`O`O;L`L`L`L`L`L`L]
\pullback{(x,y)}{|pppp|}{/a`a`a`a/}{< dx,dy>}[O`O`O`O;L`L`L`L]
                {|ppp|}{/a`a`a/}{<#7,#8>}[O;L`L`L]
\iiixii{(x,y)}{|ppppppp|}{/a`a`a`a`a`a`a/}{< dx,dy>}{N{<dx,dy>}}[O`O`O`O`O`O;L`L`L`L`L`L`L]
\cube{(x,y)}{|pppp|}{/a`a`a`a/}{< dx,dy>}[O`O`O`O;L`L`L`L]%
     {(x,y)}{|pppp|}{/a`a`a`a/}{< dx,dy>}[O`O`O`O;L`L`L`L]%
     {|pppp|}{/a`a`a`a/}[L`L`L`L]
\iiixiii{(x,y)}{|pppppppppppp|}{/a`a`a`a`a`a`a`a`a`a`a`a/}%
        {< dx,dy>}{M{<dx>}}%
        [O`O`O`O`O`O`O`O`O;L`L`L`L`L`L`L`L`L`L`L`L`L`L`L]
\vSquares{(x,y)}{|ppppppp|}{/a`a`a`a`a`a`a/}{< dx,dy>}%
         [O`O`O`O`O`O;L`L`L`L`L`L`L]


  • (x,y): Le coordinate dell'angolo basso a sinistra del più piccolo rettangolo che racchiude la figura.
  • p: Una delle lettere tra a,b,r,l,m,x, descrive la posizione dell'etichetta della freccia, come sopra (a), sotto (b), destra (r), sinistra (l), in mezzo (m), o nessun etichetta (x).
  • a: Forma della freccia.
  • < dx,dy >: Estensione orizzontale e vertiale del diagramma.
  • O: Un oggetto o nodo.
  • L: Etichetta di una freccia.
  • N: Numero nel range 0..15.
  • M: Numero nel range 0..7777.
Admin
Site Admin
 
Messaggi: 137
Iscritto il: dom 8 giu 2008, 15:42

Messaggioda killing_buddha il gio 4 giu 2009, 17:53

Eccellente, non chiedevo di meglio!
- Se incontri il Buddha uccidilo. Devi vivere libero da ogni dogma: se non riesci a uccidere Buddha, come ucciderai il tuo pregiudizio?
- "Peu d'abstraction on éloigne de la géometrie; beaucoup on y ramène"
Avatar utente
killing_buddha
 
Messaggi: 2749
Iscritto il: gio 17 lug 2008, 19:51

Messaggioda salvo.tringali il gio 4 giu 2009, 17:55

Non ho parole! :o
"Che bella storia", disse l'Alchimista. | Whatever can be encoded by syntax shouldn't be left to semantics. | Homomorphisms are to algebraic structures as seminorms are to ordered structures.
Avatar utente
salvo.tringali
 
Messaggi: 5354
Iscritto il: mar 17 giu 2008, 19:46
Località: Karl-Franzens-Universität, Graz (AT)

Messaggioda killing_buddha il ven 5 giu 2009, 14:28

Aggiungo un tip per chi usa tastiere italiane: il carattere "`" si ottiene con la combinazione Alt+96
- Se incontri il Buddha uccidilo. Devi vivere libero da ogni dogma: se non riesci a uccidere Buddha, come ucciderai il tuo pregiudizio?
- "Peu d'abstraction on éloigne de la géometrie; beaucoup on y ramène"
Avatar utente
killing_buddha
 
Messaggi: 2749
Iscritto il: gio 17 lug 2008, 19:51

Messaggioda salvo.tringali il ven 5 giu 2009, 19:50

Ho notato un problema. L'installazione del nuovo pacchetto deve aver ridefinito alcuni tag del \LaTeX di base, e fra questi il tag "\to" comunemente utilizzato per i limiti e le funzioni. Ad esempio, benché il codice

Codice: Seleziona tutto
V \to V

produca correttamente come risultato la formula V \to V, accade che

Codice: Seleziona tutto
V^{n-1} \to V

generi la formula V^{n-1} \to V. Può darsi si possa rimediare semplicemente caricando i pacchetti amsmath e amssymb dopo il pacchetto diagxy. Vi pare plausibile?
"Che bella storia", disse l'Alchimista. | Whatever can be encoded by syntax shouldn't be left to semantics. | Homomorphisms are to algebraic structures as seminorms are to ordered structures.
Avatar utente
salvo.tringali
 
Messaggi: 5354
Iscritto il: mar 17 giu 2008, 19:46
Località: Karl-Franzens-Universität, Graz (AT)

Messaggioda killing_buddha il sab 6 giu 2009, 9:24

Io veramente ora li vedo uguali...
forse il problema sorge quando si presenta in uno stesso messaggio un digramma commutativo E qualcos'altro... provo

\bfig 
\square|almb|[A`B`C`D;f`g`h`k] 
\square(500,0)/>``>`>/[B`E`D`F;l``m`n] 
\efig

f \colon A\to B


...e invece no! Beh, poco male ;) Come esercizio, provate a disegnare il lemma del serpente:

Immagine
- Se incontri il Buddha uccidilo. Devi vivere libero da ogni dogma: se non riesci a uccidere Buddha, come ucciderai il tuo pregiudizio?
- "Peu d'abstraction on éloigne de la géometrie; beaucoup on y ramène"
Avatar utente
killing_buddha
 
Messaggi: 2749
Iscritto il: gio 17 lug 2008, 19:51

Confessioni dai pm

Messaggioda salvo.tringali il sab 6 giu 2009, 9:54

killing_buddha ha scritto:Io veramente ora li vedo uguali...

... solo perché super Admin ha risolto il problema, cancellando la definizione del tag \to presente all'interno del pacchetto diagxy, che era causa del problema. ;)
"Che bella storia", disse l'Alchimista. | Whatever can be encoded by syntax shouldn't be left to semantics. | Homomorphisms are to algebraic structures as seminorms are to ordered structures.
Avatar utente
salvo.tringali
 
Messaggi: 5354
Iscritto il: mar 17 giu 2008, 19:46
Località: Karl-Franzens-Universität, Graz (AT)

Osservazione

Messaggioda Ani-sama il gio 2 lug 2009, 8:19

Un'osservazione: ho notato che questo pacchetto per diagrammi commutativi ha il difetto di "sovrascrivere graficamente" le lettere. Ad esempio, quando scrivo:
\bfig
\morphism(0,0)|a|/>/[A`B;f]
\morphism(500,0)|a|/>/[B`C;g]
\efig

noto che la "B" appare più calcata, e in effetti questo è perché essa viene "scritta due volte". L'effetto non mi piace, però si può risolvere agevolmente utilizzando i fantasmi, cioè il comando \phantom. Esso permette di scrivere, appunto, del testo (o formule, o quel che si vuole) fantasma, in modo che il diagramma risulti corretto con le frecce al loro posto ma "pulito". Nell'esempio prima, con questo espediente, trovo:
\bfig
\morphism(0,0)|a|/>/[A`B;f]
\morphism(500,0)|a|/>/[\phantom{B}`C;g]
\efig

Che mi sembra decisamente meglio. :)
Avatar utente
Ani-sama
 
Messaggi: 650
Iscritto il: mar 24 giu 2008, 17:03
Località: Pavia

Un'altra cosa

Messaggioda Ani-sama il gio 2 lug 2009, 9:19

Per diagrammi un po' grossi e complicati in cui mi viene meglio usare il comando \morphism direttamente, è facile andare oltre la lunghezza massima del codice LaTeX ammesso qui. È un problema sistemabile..?
Avatar utente
Ani-sama
 
Messaggi: 650
Iscritto il: mar 24 giu 2008, 17:03
Località: Pavia

Messaggioda Admin il gio 2 lug 2009, 19:56

Ani-sama ha scritto:Per diagrammi un po' grossi e complicati in cui mi viene meglio usare il comando \morphism direttamente, è facile andare oltre la lunghezza massima del codice LaTeX ammesso qui. È un problema sistemabile..?

ho raddoppiato la lunghezza massima, se ancora non basta fammelo sapere (anche tramite pm)
Admin
Site Admin
 
Messaggi: 137
Iscritto il: dom 8 giu 2008, 15:42

Prossimo

Torna a LaTeX e Asymptote

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite